Che cos’è l’Analisi Fondamentale?

Analisi Fondamentale

Condividi

Analisi Fondamentale: Introduzione

L’Analisi Fondamentale è un metodo per valutare un’azienda. L’obiettivo è quello di misurare il valore intrinseco esaminando fattori economicI, finanziari, qualitativi e quantitativi. L’obiettivo finale è quello di calcolare il suo valore e compararlo con quello del prezzo di mercato del titolo per capire se l’azienda è sopra o sottovalutata. 

Questi sono i fattori che vengono usati in un analisi fondamentale:

  • Economia globale e ciclo economico
  • Ciclo del Credito
  • Bilancio di esercizio
  • Analisi della competizione
  • Situazione politica
  • Struttura costi e prezzi del settore

In generale, quelli che investono tramite l’analisi fondamentale non credono nell’ Analisi Tecnica e viceversa. In realtà le due tecniche possono essere usate in simbiosi per migliorare la nostra strategia di investimento. Più avanti parleremo di questa strategia che noi chiamiamo “Value Momentum”. 

Se gli indicatori fondamentali di un’azienda sono negativi, questo generalmente avrà un impatto negativo sul prezzo del titolo. L’opposto è vero, se vi sono informazioni positive, questo dovrebbe avere impatto positivo sul prezzo del titolo. Gli indicatori fondamentali sono vari e ne parleremo in dettaglio più in avanti. Alcuni dei più famosi sono:

In questa sezione vi mostreremo come valutare un’azienda combinando diversi tipi di multipli.

Analisi Bottom up o Top down. Da dove cominciare?

Il Top Down e Bottom Up sono due metodi che ci permettono di analizzare aziende. Molto spesso i due metodi vengono confusi, ma sono molto diversi. Nel Top Down si comincia da un punto di vista generale per arrivare allo specifico. Per esempio, se investiamo in JP Morgan (Ticker: JPM), guardiamo prima al settore finanziario e all’economia e poi guardiamo al titolo. Il Bottom Up è invece l’opposto, l’investitore analizza prima l’azienda e poi si preoccupa del panorama macroeconomico e settoriale. 

Metodo Top Down

Un investitore che investe usando il metodo Top Down si concentra sulla situazione macroeconomica, al ciclo economico ed al ciclo del credito. Si concentra su settori che storicamente hanno seguito il ciclo economico, come le aziende cicliche. Un’espansione del ciclo economico generalmente favorisce le aziende chiamate consumer discretionary, che sono tutte quelle aziende che producono prodotti non essenziali (moda, divertimento, turismo e automobilistico).  

I consumer staples, che invece sono aziende che offrono prodotti essenziali non sono invece colpite pesantemente dai cicli economici e reagiscono meglio nei periodi di crisi. 

Chi investe usando strategie Top Down? Vi sono diversi fondi d’investimento che usano strategie macro, possono essere strategie concentrate su paesi, o settori. E possono essere strategie long or short (long comprano se credono che il mercato salga, short vendono se credono che il mercato crolli). Questa strategia può anche essere usata per investire in singole azioni, in pratica l’analista parte dallo scenario macroeconomico e poi sceglie aziende in quei paesi o settori che hanno più potenziale di crescita (se vanno lunghi) o di perdita (se vendono e vanno short). 

Metodo Bottom Up

Il metodo Bottom Up come dicevamo ha un approccio completamente diverso dal Top Down. In questo caso, l’analista parte da un attributo di un azienda. Il suo focus è capire come l’azienda è capitalizzata, come guadagna e quali sono gli elementi che portano alla profittabilità aziendale. Una volta capita la profittabilità l’analista si concentra sulla valutazione per capire se l’azienda e sopra o sottovalutata. Compra se crede che il valore intrinseco è giusto (parleremo di questo concetto importante più avanti). Questo tipo di strategia non ignora i fattori macro, ma sono fattori secondari. Il primo screening parte dal fondamentale dell’azienda. 

Chi investe in strategie Bottom Up? Solitamente fondi o investitori buy and hold, che vanno lunghi un’azienda. Ovvero che comprano e mantengono la posizione a lungo termine. Warren Buffett può essere definito un value investor che usa un approccio bottom up. Come ama ricordarci spesso, per lui quello che conta sono i fondamentali dell’azienda non quello che fa il mercato. 

I Bilanci di Esercizio

L’Analisi Fondamentale si base soprattutto sul analisi dei bilanci di esercizio di un’ azienda. Anche se ad oggi esistono molte piattaforme che ci permettono di filtrare le azioni che cerchiamo, per ogni investitore capire come leggere i bilanci di esercizio è molto importante. È importante perché rappresentano l’anatomia di un’azienda. Se riusciamo a capirli, diventeremo degli investitori migliori. Cerchiamo di capire meglio quali sono e qual’è la loro funzione. I bilanci si compongono di tre componenti:

Condividi

«
»

Leave a comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *