Il Flusso di Cassa o Cash Flow Statement

Cash Flow Statement

Condividi

La composizione del Cash Flow Statement

Il Cash Flow Statement è il terzo dei bilanci d’esercizio. Riporta il cash generato e speso da un’azienda durante un determinato periodo. Il cash flow statement è particolarmente importante perché è come un ponte tra l’Income Statement o Conto Economico ed il Balance Sheet o Bilancio di Esercizio. Ci mostra come il cash entra ed esce dall’azienda. Il Cash Flow Statement è il nostro bilancio d’esercizio preferito. A differenza dell’ Income Statement, il Cash Flow Statement non è prone a manipolazione. Ecco perché come abbiamo già spiegato prima ci piace guardare al FCF di un’azienda, perché questo metodo ci aiuta veramente a capire quanto produce un’azienda. Ora studiamo la composizione del Cash Flow Statement.

Operating Cash Flow

In questa sezione del cashflow possiamo vedere tutte le attività che generano entrate. Non includono attività d’investimento o di finanziamento. 

Investing Cash Flow

Include l’acquisizione o la vendita di non current assets e altri investimenti non inclusi nel cash account. In questa sezione troveremo anche la PP&E (fabbriche, fixed assets etc). Anche il CAPEX che non è altro che la spesa per supportare i fixed assets è inclusa in questa sezione.

Financing Cash Flow

In questa sezione troveremo le attività che risultano in una cambio nella struttura del capitale. Aumenti o diminuzioni di patrimonio netto e prestiti verranno registrati qui. Esempi sono emissioni di nuovi prestiti, pagamenti di dividendi, buybacks e così via. 

Quali ratios possiamo calcolare tramire il Cash Flow 

Questi sono alcuni dei ratios o multipli che possiamo calcolare attraverso il Flusso di Cassa o Cash Flow Statement:

  • Operating Cash Flow Ratio: in questo caso possiamo usare sia l’ Operating cash flow che il Free Cash Flow. In ogni caso questo ratio ci mostra quanti dollari di cash otteniamo per ogni dollaro di vendita. Questa è la formula:

Cash Flow from Operations/Sales

  • Asset Efficiency Ratio: questo ci piace perché ci mostra come l’azienda genera cash in base agli assets che ha sul bilancio. Ecco la formula:

Cash Flow from Operations/ Total Assets

È simile al Return on Assets, ma usa il cash flow invece che Net Income nell’ Income Statement. Comparate il ratio presente con quelli passati. Usate sempre almeno dieci anni. 

  • Interest Coverage Ratio: questo ratio ci mostra l’abilità dell’azienda di pagare il costo dell’ interesse su tutto il debito. Aziende che usano molta leva avranno un ratio basso. Questa è la formula:

(Cashflow from Operations + Interesse Pagato + Tasse)/Interesse Pagato

Vi sono molte variazioni di ratios che possiamo usare per studiare e valutare un’azienda. Fino a qui abbiamo parlato solo di alcuni dei ratios più conosciuti e usati a Wall Street. Più avanti introdurremo altri che ci aiuteranno a capire il prezzo al quale comprare un’azione. Perché ricordate “il guadagno si ottiene quando si compra non quando si vende”. Parole sante quelle di Warren Buffett.

Condividi

«
»

Leave a comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *