Crisi del Petrolio 

Crisi del Petrolio

Condividi

Introduzione – Riassunto della settimana 19 Aprile – 24 Aprile

Si inizia a parlare di crisi dei paesi emergenti a causa di quanto successo la scorsa settimana. L’indice S&P 500 ha continuato la sua risalita. Alla chiusura di Venerdì l’indice era giù solo del 16% rispetto all’apice di Marzo. Questo andamento porta molta confusione agli investitori, che non riescono a leggere cosa sta davvero spingendo l’indice in alto, se la liquidità della Fed o i fondamentali. Questi ultimi non sembrano favorire un mercato al rialzo. Oggi per la prima volta dopo più di un mese, ho fatto un giro in bicicletta per New York. La città é semi deserta, tutti i ristoranti e negozi chiusi e molti posti sbarrati. NYC é un punto cardine dell’economia mondiale. E da un punto di vista fondamentale, la città é closed for business. In USA i disoccupati sono aumentati di altri 4.4 Milioni. L’ America il mercato più grande al mondo si é fermata. Per quanto riguarda l’indice S&P 500, cinque titoli stanno contribuendo principalmente a questo rialzo: Facebook (FB), Amazon (AMZN), Microsoft (MSFT), Apple (AAPL) e Google (GOOGL).

Analisi Azioni

Ogni settimana, Twittiamo @theimmigrant84 e @coachtrading19. E oggi più che mai stiamo incitando i risparmiatori ad essere cauti in questo mercato. Ci ricorda un pò quello del 1929. Le crisi, le recessioni sono volatili, i mercati si comportano in modo strano, ma poi la fine dell’esuberanza di mercato arriva sempre. 

Crisi del Petrolio. Il prezzo in negativo tocca i -40 $ al barile

Il mercato del WTI, indice dei prezzi americani Lunedì é crollato. É andato in territorio negativo. Ne abbiamo parlato questa settimana. Se non hai avuto tempo, puoi leggere qui a questi link:

Il Prezzo del Petrolio é negativo

Analisi: Il movimento del Petrolio WTI in negativo della scorsa settimana

Interactive Brokers: La crisi del Petrolio ha effetti anche sugli intermediari

In più per questa settimana abbiamo creato un’analisi più dettagliata di quello che é successo, della differenza tra un trader di petrolio fisico e uno di derivati e delle strategia che hanno funzionato e quello che hanno portato al baratro. 

petrolio negativo

I Top Gainers e Top Losers della settimana

Ecco le aziende che sono uscite positive e negative della scorsa settimana:

Winners della settimana

  • Barrick Gold (GOLD) + 10%. Avevamo trattato questa azienda in uno dei nostri articoli.
  • Shopify (SHOP) +9%
  • Twitter (TWTR) +7.6%
  • Chipotle (CMG) +7.58%
  • Zoom (ZM) +3.6% Leggi anche i nostri articoli su Zoom:

Zoom Video: Il vincitore di questa crisi

Zoom Video: +33% in 15 giorni

Losers della settimana

  • Boeing (BA) -16%
  • Biogen (BIIB) -13%
  • General Electric (GE) -8.48%

Analisi Fondamentale – Perché investire in Bitcoin

Per quelli che ci conoscono, sanno che amiamo investire in assets che hanno un valore intrinseco. Una volta trovato il prezzo giusto usiamo principi di analisi tecnica per entrare in una posizione. Bitcoin come abbiamo spiegato al Sole 24 Ore non é un investimento, ma una speculazione. Detto ciò abbiamo introdotto concetti fondamentali per spiegare perché ci piace Bitcoin. Questa nostra analisi è stata anche apprezzata da Plan B, una delle figure più importanti nel mondo di Bitcoin e promotore dello Stock-to-Flow model del quale parliamo. Ecco il link al nostro articolo al Sole 24 Ore.

Plan B

Conclusione

I mercati continuano a salire, e questo un pò ci continua a spaventare e ci ricorda un pò il 1929. Anche se i mercati sono crollati, bisogna avere un pò di pazienza prima di buttarsi in titoli. Vediamo i migliori ritorni al momento in obbligazioni corporate (mercato secondario, parliamo di prezzo più che di yield). Stiamo vivendo un periodo di deflazione che crediamo continuerà a breve e medio termine. In un’email, uno dei nostri followers ci ha scritto che i paesi emergenti erano troppo cheap per non investirci. La verità é che i mercati emergenti in questo momento sono cheap per un motivo. Bisogna avere molta cautela, anche perché crediamo che il peggio per loro sta per cominciare. 

Ti potrebbe interessare:

Condividi

«
»