04 Jul, 2020

Le diverse classificazioni e tipologie di Azioni

Tipologie di azioni
04 Jul, 2020

Condividi

Le diverse tipologie di Azioni

A livello globale ci sono oltre 600.000 società quotate. Per un investitore è molto difficile ricercare società all’interno di questo universo. Per facilitare la ricerca per gli investitori sono state definite diverse categorie. Abbiamo già visto la divisione settoriale. Di seguito analizzeremo altri modi per guardare alle azioni.

Tipi di Azioni: Capitalizzazione di Mercato

La capitalizzazione di mercato o “Market Cap” è il valore totale della società sul mercato azionario o il prezzo dei titoli azionari moltiplicato per il numero di azioni in circolazione. Esistono diverse tipologie di titoli azionari in base al valore della società:

  • Large Cap: Capitalizzazione superiore a 10 miliardi di $
  • Mid Cap: Capitalizzazione da 2 a 10 miliardi di $
  • Small Cap: Capitalizzazione da 300 milioni di $ a 2 miliardi di $
  • Penny Stocks: sono società piccole il cui prezzo è inferiore ai 5 $. Sono tipicamente piccole startup. Possono crescere velocemente, ma allo stesso tempo crollare allo stesso modo. Sono considerati asset ad alto rischio

Tipologie di Azioni: Classificazione per tipo

Abbiamo visto nelle sezioni precedenti come le azioni possono essere raggruppate in settori e a secondo della loro capitalizzazione. Esistono fondi e ETF che replicano già questi panieri. Ci sono però altri modi per classificare le azioni a seconda della loro attività e caratteristiche. Ne abbiamo identificato cinque in particolare. Ognuna di queste ha vantaggi e svantaggi che dipendono anche dal ciclo economico:

  • Value Stocks: sono società il cui prezzo corrente è al di sotto del loro valore intrinseco. Gli investitori selezionano questo tipo di aziende perché credono che il mercato non sta prezzando il vero valore futuro. Caratteristiche distintive di queste società dal punto di vista fondamentale sono le seguenti: dividend yield alto, price to book basso e P/E ratio basso. (Parleremo di queste metriche nella sezione sull’analisi fondamentale).
  • Growth Stocks: sono società che hanno una potenzialità di crescita futura fortemente superiore al mercato. Questo tipo di aziende tipicamente non pagano dividendi in quanto la loro politica è il reinvestimento dei profitti per aumentare la crescita. Gli investitori investono in questo tipo di asset per ottenere rendimenti alti grazie all’apprezzamento dell’azione. Esempi di Growth Stocks sono per esempio aziende nel settore della Tecnologia come Facebook o Snapchat.
  • Income Stocks: sono società che pagano regolari e crescenti dividendi. Offrono rendimenti alti, ma non offrono grandi potenzialità di crescita del prezzo dell’azione in quanto sono aziende mature, e non hanno altre fette di mercato da conquistare. 
  • Cyclical Stocks: sono società il cui prezzo è influenzato fortemente dal ciclo macroeconomico. Questo tipo di asset segue il ciclo economico durante l’espansione, la recessione e il recupero. Esempi sono le Airlines, gli Hotel, le Automobili.
  • Defensive Stocks: sono società che forniscono dividendi e utili costanti indipendentemente dallo stato dell’economia. Anche in fasi di recessione c’è una domanda costante dei loro prodotti. Questo tipo di aziende tendono ad avere una performance più stabile in tempi di crisi. Esempi di questo tipo di asset sono per esempio il settore delle utilities e healthcare.

Ti potrebbe interessare:

Condividi

«
»

Leave a comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *