Il movimento del Petrolio WTI in negativo della scorsa settimana

Petrolio WTI negativo

Condividi

Il Petrolio WTI è negativo

La volatilità é uno dei perni portanti dei mercati futures sul petrolio. Pre Covid-19, abbiamo vissuto degli anni dove la volatilità era quasi inesistente. E questo ha notevolmente condizionato i ritorni dei traders. Questo fino a Marzo 2020. Abbiamo poi vissuto Lunedì 20 Aprile. Quando il prezzo del petrolio WTI (West Texas Intermediate), indice del petrolio americano é completamente schizzato, ma in rosso, in negativo. Quindi mentre da una parte la volatilità é importante, e incentiva il trader ad entrare nel mercato,  troppa volatilità é pericolosa, può danneggiare le sue posizioni.  

I tipi di Trader di Petrolio

Vi sono due tipi di trader che entrano nel mercato WTI.

  • Il primo é Il trader di aziende come Glencore (Ticker: Glen ), il trader di petrolio fisico. Sposta un cargo da una parte all’altra del mondo. Sono intermediari tra i produttori e consumatori (Raffinerie, compagnie aeree, manifatturiere etc). Generalmente, usa il WTI maggiormente per hedgiare (speculano anche ma solitamente con il fisico sottostante) il proprio flat price risk. Che vuol dire? Un trader di fisico non compra un cargo (oggi) ad un prezzo ed aspetta il giorno della consegna (Luglio per esempio) per fissare il prezzo. Al contrario, compra ad un prezzo, e sa già quando consegnerà. Quindi oggi compra il fisico, e allo stesso tempo entra nel mercato dei derivati per fissare il prezzo della vendita a Luglio. Questo lo protegge se vi é un cambio brusco nel prezzo.
  • Il secondo tipo di trader é quello che investe nel mercato dei derivati. Questo entrano nel mercato per speculare sul prezzo del petrolio. Il suo obiettivo é quello di giocare nel mercato e prendere vantaggio della volatilità dello stesso. Per esempio, giocando con lo spread. Un tipico spread é il carry trade, dove il trader va short il mese più vicino (per esempio Giugno) e lungo quello più lontano (per esempio Dicembre). Se il prezzo di Giugno scende di più rispetto a quello di Dicembre ci guadagna. Il trader di derivati deve però stare attento. Può entrare nel mese di Giugno ma deve uscire prima della finestra del delivery, altrimenti rischia di dovere prendere delivery o dover far delivery di petrolio fisico. In questo grafico potete vedere come i due trader si debbano comportare nel timeline da quando entrano nella posizione fino a quando devono chiuderla.
Trader Speculatore

Come potete vedere, negli ultimi giorni prima del delivery widow, tutti gli speculatori vendono quel mese, e hanno due opzioni 1) prendono il guadagno e chiudono la posizione oppure 2) entrano nel seguente mese per continuare a speculare (quello che chiama rollover).  

Prezzi del Petrolio in negativo

Molti si sono soffermati sui prezzi negativi questa settimana. Abbiamo scritto un articolo a inizio settimana sul prezzo del petrolio in negativo. Ma la verità è che i prezzi negativi non sono proprio alieni al mondo delle materie prime. I prezzi negativi succedono quando una materia prima non può essere messa in stoccaggio o ha bisogno di uno stoccaggio speciale, basti vedere il gas naturale. Ed é quello che é successo. Negli ultimi mesi la caduta della domanda, ha spostato il petrolio in stoccaggio. é subentrato poi il problema della scarsità di stoccaggio. O meglio, a Cushing (il WTI é prezzato con delivery a Cushing, Oklahoma) non vi era più spazio per mettere nuovo petrolio, ed il WTI lo ha prezzato. 

Molti si sono lamentati che il Chicago Mercantile Exchange (CME) che emette il prezzo del WTI, non é stato in grado di gestire il movimento del prezzo e che in realtà non sarebbe dovuto scendere in territorio negativo. La verità é che, il meccanismo sembra aver funzionato, rispecchiando la vera domanda per il petrolio e l’utilizzazione dello stoccaggio.

Quindi il vero problema non é stato il prezzo negativo, ma l’eccessiva volatilità. Il prezzo Lunedi é crollato più del 100%, quasi il 300%. Per un trader proteggersi da questa volatilità é impossibile, soprattutto per uno speculatore. Ed è questo che ha portato alla perdita di $88 milioni (provvisoria) di Interactive Brokers. Lo stesso motivo che molti brokers hanno cominciato a limitare le posizioni che i clienti prendono usando i futures.

La cosa che però ci ha sorpreso é che il giorno dopo il crollo, il prezzo di Giugno é tornato a salire, nonostante il problema fondamentale dello stoccaggio e della domanda erano ancora vivi. La risposta potrebbe essere un flash crash. Succede negli ultimi giorni del mese, siccome vi sono pochi partecipanti rimasti nel contratto, si possono verificare movimenti di flash di prezzo.

Analisi Tecnica: Analizziamo il trend del Petrolio dal 1986 a oggi

Ora analizziamo l’andamento del prezzo da un punto di vista tecnico, toccando gli eventi fondamentali.

Analisi Tecnica Petrolio

Come possiamo vedere dal grafico utilizzando candele settimanali (prendendo il prezzo di chiusura di ogni settimana) e principi di Analisi Tecnica, il prezzo del petrolio ha iniziato un lungo periodo di trend rialzista iniziato a fine 1998. É passato da 10 $ al barile fino a toccare i 147 $ nel Luglio del 2008 – prima della crisi finanziaria del 2008. In quel periodo il prezzo crollò fino a raggiungere i 33 $ per poi riprendere il trend rialzista.

Nel grafico abbiamo disegnato diversi punti e livelli:

  • Linea orizzontale rossa. Questa rappresenta il minimo di 10$ circa del 1986
  • Linea gialla. Rappresenta la trend line che unisce l’inizio del trend rialzista del 98 e il punto di minimo del 2016
  • Linea azzurra. Rappresenta il livello di resistenza che congiunge il punto di massimo nel 2008 e i vari punti di resistenza negli anni successivi

Abbiamo poi aggiunto alcuni punti di minimo rappresentati da importanti eventi macroeconomici:

  1. Crisi Economica del 2008
  2. Shale Oil 2016  (Produttori Shale sono i produttori Americani).
  3. Crisi 2018 causata dal Trade War o dazi tra America e Cina

Come vediamo un punto di forte interesse per il petrolio inizia da fine 2019 con le prime notizie sul Covid-19 Coronavirus dove il prezzo inizia la sua discesa non riuscendo a superare il punto di resistenza dei 65 $ a fine Dicembre. Quella zona poteva fornire un ottimo punto di entrata al ribasso.

In secondo luogo con l’aumentare dei casi di Covid-19 e la chiusura delle economie un altro punto di interesse sarebbe stato alla rottura della trendline attorno al prezzo dei 30 $ a inizio Marzo. Il resto é storia ed il prezzo del greggio ha toccato i -40 $ il 20 Aprile. I trader che sono andati short in quella posizione, oggi si trovano su uno yacht a Montecarlo.

Gianluca & Fabio

Ti potrebbe interessare:

Condividi

«
»