05 Jun, 2020

Trading Online Guida Completa

Trading Online
05 Jun, 2020

Condividi

Che cos’è il Trading Online?

Se hai voglia di iniziare ad investire, farlo è molto semplice. Attraverso il trading online, o la compravendita o acquisto di titoli o strumenti finanziari su piattaforme online. Al giorno d’oggi non serve più telefonare ad un intermediario come si vede nei film come “Wolf of Wall Street”. Basta un PC, una connessione ad internet e un conto con un broker online. Attraverso queste piattaforme è possibile acquistare Azioni, Obbligazioni, Opzioni, Futures e ETF.

Come funziona il Trading Online?

Per iniziare a fare trading online è sufficiente aprire un conto con un broker o una banca. In seguito è possibile scaricare la loro piattaforma o accedere al conto online. La maggior parte dei brokers non hanno costi di gestione del conto, ma possono applicare commissione sulle transazioni eseguite. Molti offrono zero commissioni sul trading. In questi casi è importante controllare la differenza tra il Bid e l’Ask che è anche chiamato il Bid/Ask Spread. Su strumenti molto liquidi questa differenza dovrebbe essere minima. Tra le piattaforme di brokers più utilizzate possiamo segnalare le seguenti:

  • Fineco
  • Etoro
  • Pro-Realtime
  • Degiro
  • Interactive Brokers
  • Plus 500

Quali sono i vantaggi del Trading Online

L’interesse per il trading online è cresciuto negli ultimi anni. Il Covid-19 e l’essere bloccati in casa per diversi mesi ha poi incrementato questo interesse e il numero dei trader nel 2020 è fortemente cresciuto. Ci sono molti vantaggi nel trading online:

  • Semplicità del trading. Attraverso le varie piattaforme e applicazioni è facilissimo fare operazioni con pochi click in tempo reale
  • Impiego di piccoli capitali. Per iniziare a fare trading online non abbiamo bisogno di grosse somme di denaro. Possiamo iniziare anche con poche migliaia di Euro a seconda del broker.
  • Monitorare il proprio portafoglio in tempo reale. È possibile accedere al proprio conto in ogni momento per monitorare la performance.
  • Investire in ogni mercato. Attraverso un conto di trading è possibile investire in ogni mercato: Azioni, Forex, Futures, ETF, Materie Prime, Criptovalute.
  • Commissioni ai minimi. Negli USA i broker hanno ridotto le commissioni a zero. Il loro guadagno è solo dato dallo spread bid/ask. Questo fenomeno arriverà anche in Italia anche se già adesso molti broker offrono commissioni molto basse.
  • Aprire un conto in pochi clicks. Aprire un conto di trading è molto semplice e richiede pochi minuti in molti casi.

Quali sono i rischi del Trading Online

Fare trading online comporta allo stesso tempo diversi rischi soprattutto per quelli che sono nuovi a questa attività. Tra i rischi principali possiamo elencare i seguenti:

  • Rischio di perdere tutto il capitale investito. Investire in azioni, forex, criptovaluta comporta diversi rischi. La volatilità dei prezzi e la possibilità di fallimento di un’azienda possono causare gravi perdite specialmente se non siamo informati su quello che sta succedendo.
  • Leva Finanziaria. La leva è utilizzata per massimizzare profitti impiegando una quantità di denaro minore. Allo stesso tempo è un’arma a doppio taglio e può causare perdite del nostro capitale.
  • Psicologia e emozioni. Fare trading senza una formazione adeguata e semplicemente seguendo le emozioni è il rischio più grosso. Per essere un investitore di successo c’è bisogno di una strategia e un trading plan. Spiegheremo questi concetti nei nostri corsi online.

Come iniziare a fare Trading? Il Conto Demo

Trovare la strategia migliore richiede tempo e non tutte le strategie funzionano nei vari i cicli di mercato. Nella nostra carriera abbiamo fatto errori che ci hanno aiutato a migliorare. Se sei alle prime armi chiaramente hai bisogno di fare pratica, ma non vuoi rischiare di perdere tutto. Per questo esistono molti servizi online che offrono l’opportunità di creare un conto demo o “paper trading”. Se utilizzi un broker come Interactive Brokers puoi accedere alla piattaforma demo a costo zero. Se però vuoi iniziare a fare pratica senza aprire un conto, ti consigliamo la soluzione gratuita di Tradingview (link). Come puoi vedere qui sotto questa piattaforma ti permette di accedere ad un conto demo. A nostro parere questa soluzione è ottimale per chi vuole testare strategie e capire come funziona il trading online. Questa piattaforma è ottima anche per imparare le basi dell’analisi tecnica. 

I concetti principali del Trading Online

Attraverso una piattaforma e un contro di brokeraggio è possibile accedere a più strumenti e mercati. Se il broker è internazionale, come per esempio Interactive Brokers, abbiamo la possibilità di fare trading a basso costo sui mercati Americani, Europei e Asiatici e anche su altre asset classes come i futures o le opzioni. Se invece utilizziamo brokers Italiani come Fineco, le commissioni sui mercati esteri possono essere più alte. Una volta deciso il broker per iniziare è fondamentale capire alcuni termini:

  • Long o acquisto: questo è un termine molto utilizzato nel mondo del trading. Andare Long equivale a comprare un titolo. L’investitore guadagna con le operazioni in Long se il prezzo dell’asset sale. 
  • Short o vendita. Andare short equivale a vendere un titolo. Il trader utilizza le operazioni short per beneficiare di un movimento al ribasso del titolo. Il trader guadagna in questo caso sulla caduta del prezzo. Ma come è possibile vendere qualcosa che non si possiede? Questo è un altro tema importante. I brokers offrono questo tipo di servizio ai loro clienti. Ora tramite un esempio cerchiamo di capire quello che succede quando vogliamo aprire una posizione short:
    • Supponiamo che il prezzo di Apple è a 300$ e pensiamo che nei prossimi giorni possa scendere fino a 250$ perchè abbiamo notato che le vendite degli iPhones sono in calo. 
    • Anche se non possediamo il titolo il nostro broker mi consente di prendere in prestito da lui le azioni di Apple in cambio di una piccola commissione anche chiamata “borrowing cost”.
    • Prendiamo in prestito 10 azioni Apple e le vendiamo sul mercato a 300 $. Incassiamo in questa operazione 3000 $.
    • Abbiamo l’impegno di restituire queste 10 azioni al nostro broker. 
    • Supponiamo che il prezzo di Apple scende a 250 $. A questo punto noi possiamo comprare 10 azioni a 250$ e restituirle al broker. 
    • In questo momento il trade è chiuso e grazie a questa operazione abbiamo incassato 50 $ per azione che moltiplicate per il numero di azioni, equivale ad un profitto di 500 $.
  • Leva Finanziaria: attraverso la leva finanziaria un investitore ha la possibilità di acquistare o vendere un asset per un valore superiore al capitale posseduto e di conseguenza ottenere potenziali profitti più alti. La leva finanziaria allo stesso tempo può essere rischiosa e causare perdite più alte.

Facciamo un esempio. La leva finanziaria è molto utilizzata nel trading di Forex. (link al forex) Supponiamo che vogliamo effettuare una operazione sull’ Euro Dollaro dove il cambio al momento è di 1.10. Decidiamo di andare Long e comprare Dollaro. Abbiamo un conto trading con 10.000 Euro. Attraverso il mio broker decido di utilizzare una leva a 10 volte o 10x. In questo caso il valore nominale della mia operazione sarà di 10.000 x 10=100.000. Investiamo 100.000 Euro in cambio di 110.000 Dollari. Supponiamo ora che il prezzo di cambio tra Euro Dollaro scenda a 1.05. In questo caso posso convertire i miei 110.000 $ di nuovo in Euro nel seguente modo: 110.000/1.05=104.762 Euro. Attraverso questa operazione ho ottenuto un profitto di 4.762 Euro. Questo equivale ad un rendimento del 47.6% sul mio capitale iniziale di 10.000 Euro.

  • Bulls: in gergo di Wall Street i bulls sono i copratori
  • Bears: in gergo di Wall Street i bulls sono i venditori
  • Prezzo Bid o Denaro: questo è il prezzo al quale è possibile vendere un asset. Il prezzo Bid è sempre più basso rispetto al prezzo Ask
  • Prezzo Ask o Lettera: questo è il prezzo al quale è possibile acquistare un asset
  • Bid/Ask Spread: equivale alla differenza tra il prezzo Ask e il prezzo Bid. Lo Spread rappresenta la commissione della Broker o Market Maker su ogni transazione. Nel caso in cui acquistiamo o andiamo Long, la transazione verrà aperta al prezzo Ask e chiusa con il prezzo Bid. Nel caso in cui vendiamo o andiamo Short, la transazione verrà aperta al prezzo Bid e chiusa al prezzo Ask.

Come si fa Trading Online?

Per poter fare trading online basta collegarsi alla piattaforma di trading. Rilasceremo dei tutorial e video sulle principali piattaforme di trading per aiutarti a scegliere quella giusta. Le piattaforme standard offrono i seguenti strumenti fondamentali per l’attività del trading:

  • Watchlist per monitoraggio dei titoli o mercati
  • Strumenti di monitoraggio e reportistica del proprio portafoglio
  • Piattaforma di grafici
  • Prezzi in tempo reale 
  • Notizie
  • Piattaforma di gestione degli ordini, fondamentale per poter operare efficacemente sul mercato. In seguito analizzeremo i vari tipi di ordine disponibili.

I tipi di ordini nel Trading Online

Un altro tema importante è capire la differenza tra i vari tipi di ordini che è possibile utilizzare sulle piattaforme online:

Market Order: questo tipo di ordine o ordine a mercato equivale all’acquisto o la vendita di un titolo al corrente prezzo di mercato. Inserendo l’ordine il broker esegue la transazione al valore corrente. 

Limit Order: attraverso questo tipo di ordine è possibile stabilire un valore di acquisto o vendita preciso. Facciamo un esempio. Se il titolo Apple sta quotando a 300 $ ma noi vogliamo aspettare che il prezzo scenda a 290 $ prima di acquistare e andare Long, possiamo inserire un Limit Order a 290 $. Il mio ordine non verrà eseguito fino a che non si verifica questa condizione. Utilizzare limit orders può essere utile nel momento in cui non vogliamo passare la giornata davanti al grafico per aspettare di inserire un ordine.

Stop Loss: questo tipo di ordine è molto importante per limitare le perdite nel caso in cui il nostro trade si muova nella direzione contraria. Facciamo un esempio. Decido di andare Long su Apple al prezzo di 290 $ per 10 azioni. Sono disposto quindi a impiegare 2900 $ del mio capitale in questa operazione. Per evitare di perdere una gran parte del mio capitale, posso decidere di utilizzare una stop loss per limitare la mia perdita. Supponiamo che voglio rischiare al massimo il 10 % del mio capitale. Nel caso quindi le cosa vadano male, la mia perdita massima sarà di 290 $. Per farlo inserirò un ordine con Stop Loss a 261 $.

Take Profit: questo tipo di ordine verrà inserito per aggiungere una soglia di profitto alla mia operazione. Se infatti ho individuato livelli di profit posso inserire questo tipo di ordine. Facciamo l’esempio in cui decido di comprare 10 azioni Apple a 290 $. Voglio chiudere la mia operazione non appena il titolo raggiunge un 10% di profitto. Per fare questo posso inserire un ordine di Take Profit a 319 $.

La tassazione sul Trading Online

Le tasse sui ricavi del trading online sono pari al 26% dei profitti netti generati.

Ti potrebbe interessare:

Condividi

«
»

Leave a comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *