Warren Buffett vende le compagnie aeree

Warren Buffett vende le compagnie aeree

Condividi

Introduzione – Riassunto della settimana 30/3 – 04/03

Nella prima parte di questa crisi, vi è stata una rincorsa alla liquidità. Gli investitori hanno venduto qualsiasi cosa pur di non dover chiudere le loro posizioni. L’obiettivo era la sopravvivenza. Ora vediamo cos’è successo nel mercato del petrolio, a Wall Street e Piazza Affari e cerchiamo di capire se abbiamo toccato il fondo dei mercati.  Warren Buffett vende le compagnie aeree.

Mercato Americano e il Portafoglio di Warren Buffett e le compagnie aeree

In USA i disoccupati hanno toccato quasi 6 milioni, un record storico. Piazza Affari in calo ma non in maniera drammatica. La domanda che tutti si stanno chiedendo é se abbiamo finalmente toccato il fondo? Questa é la domanda da un milione di dollari e nessuno credo abbia una risposta. Quello che sappiamo é che la volatilità é scesa. Forse non abbiamo toccato il fondo per il mercato in generale, ma sembra che alcune aziende siano arrivate ai minimi storici in quanto a valutazioni intrinseche. Parleremo più avanti in questo post di alcune aziende che troviamo interessanti. Nel frattempo, l’oracolo di Omaha é ancora a bordo campo. La settimana scorsa ha diminuito le sue posizioni in Delta Airlines (DAL), mostrando le sue incertezze circa l’ industria, visto che Delta é forse la migliore delle airlines americane. Se Warren solitamente il primo compratore é fermo, chi sta comprando in questo periodo?

Ora diamo un occhio al portafoglio attuale di Warren Buffett.

Articoli che riassumono quanto successo la settimana scorsa

I Top Winners e Top Losers della settimana

Ecco le aziende che sono uscite positive e negative della scorsa settimana:

Winners della settimana

  • SU – SUNCOR ENERGY – +38%
  • PTR – PETROCHINA – +18%
  • RDS/B – ROYAL DUTCH – +16%

Losers della settimana

  • UTX – UNITED TECHNOLOGIES -48%
  • MAR – MARRIOTT INTERNATIONAL -25%
  • BA – BOEING -23%

Analisi Fondamentale – Settore petrolifero 

Il settore petrolifero é una mina vagante in questo periodo. Da un punto di vista fondamentale, il mercato é entrato in Contango. Dove conviene più tenere il grezzo in stoccaggio che vendere. Al prezzo attuale, se i membri produttori non tagliano la produzione, comincerà il Darwinismo. Sopravviveranno quelli solo i più forti, quello che hanno la possibilità di sopravvivere ed adattarsi. In questo scenario, ci piacciono aziende petrolifere che sono sistemiche per i paesi. Parliamo di aziende con caratteristiche simili a Chevron (CVX), negli States, Royal Dutch Shell nel Regno unito (RYDAF) e così via. Le chiamiamo sistemiche perché sono aziende fondamentali per i propri paesi, e che difficilmente scompariranno. Al contrario, siamo convinti che questo tipi di aziende, con bilanci forti saranno ben posizionate quando le altre falliranno. Se ci concentriamo su Chevron, possiamo vedere che ha un ottimo bilancio, molto cash e poco debito. Questo gli da la possibilità di sopravvivere e di continuare a pagare il suo dividendo del 7%. 

The Week Ahead – Cosa ci aspetta questa settimana

Gli eventi da tenere sott’occhio questa settimana:

  • L’evoluzione del COVID-19 negli States
  • L’evoluzione del COVID-19 in Italia, se il calo persiste, l’Italia puo’ essere ben posizionata a ripartire 
  • Se i piani dei governi a supporto delle piccole e medie imprese funzioneranno
  • L’evoluzione del dollaro, un dollaro forte danneggia l’economia mondiale
  • L’evoluzione dell’oro. Siamo bullish sull’oro come asset che beneficerà di più su un assed deflation
  • I membri dell’ OPEC e una delegazione americana s’incontreranno la settimana prossima. Le sorte del petrolio sono anche nelle loro mani

Trimestrali

Chi rilascia gli utili questa settimana:

  • DAL – Delta Airlines – Giovedi 9 Aprile pre market

Chi stiamo tenendo sott’occhio questa settimana:

  • Chevron (CVX)
  • EXXON Mobil (XOM)
  • Royal Dutch Shell (RDS/A)
  • British Petroleum (BP)

Conclusione

Questo é uno dei periodi più difficili della storia per l’umanità. Da un punto di vista finanziario, il virus non poteva arrivare in un periodo peggiore. Siamo alla fine del super debt cycle, e il mercato stava aspettando una correzione da tempo. Però ogni crisi porta anche opportunità per gli investitori audaci. Il mercato, si sta deprezzando e a noi piace investire in aziende che hanno delle ottime fondamenta, buon momentum e prezzi ragionevoli. Game on, buon investimento.

Condividi

«
»

Leave a comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *